Ludovico Bolleri

Come già anticipato nell’introduzione, il presente lavoro prende in esame due serie di lettere, ma anche altre missive a queste collegate, che costituiscono la corrispondenza intrattenuta da Francesco Sforza fra 1457 e 1458 con due suoi ambasciatori, Corradino Giorgi e Antonio da Cardano, inviati presso la corte sabauda per risolvere la controversia insorta fra duca di Milano e duca di Savoia in seguito all’imprigionamento da parte di quest’ultimo di Ludovico Bolleri, signore di Centallo, Demonte e Rocca Sparviera, aderente e raccomandato di Francesco Sforza e vassallo di Renato d’Angiò.
Accenni alla storia della famiglia Bolleri e a Ludovico Bolleri (Barbero, DBI).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...