Francesco Sforza ad Antonio da Cardano 31 maggio 1458

Missive, 44, f. 40r.

Antonio de Cardano.
Dappoy che tu sey posto in camino, havemo recevute lettere dali gentilhomini da Cochonate per le quale essi ne scriveno de alcune robarie et vexatione che mo novamente gli ha facto Bonifatio da Castegnola, le quale lettere, per più tua meiora informatione, te le mandiamo qui alligate. Pertanto volemo che tu debbi mettere questa novitate insieme cum le altre quale hay ad dire allo illustre signore ducha de Savoya et, cum primum seray gionto da soa signoria, exponiraglila insieme cum le altre, exequendo exinde il tutto secundo che tu hay in commissione da nuy, che certo, se dovessemo nuy mettergli la persona nostra, non deliberamo comportare più a modo alcuno cum tale nostra vergogna et cum mancamento del nostro honore cotalle insollentie, che a nuy pare seriano sufficiente ad omnis heremito fare perdere la pacientia. Mediolani die ultimo maii 1458.
Bonifacius.
Cichus.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...