2. Antonio da Trezzo a Francesco Sforza 29 novembre 1457

Illustrissimo signore mio. [#].
[#].
[#].
Quanto alla parte del’andata del signor meser Alesandro ale parte de Franza, havendo io sentito che già ne era dicto al re, gli significai l’andata sua a Sancto Antonio cum voluntà dela signoria vostra, ma poi come inobediente ad quella. Essa, non da luy, ma per altra via, ha inteso ch’el se è exteso più oltra, facendoli intendere che sua maiestà né altri hanno ad interpretare questa sua andata in mala parte dala signoria vostra, perché, oltra che esso signor Alexandro non sia per lo passato stato bene obsequente alle voglie vostre, molto meno haverà extimato né havuto respecto a fare cosa vi sia molesta, perché de quella è malcontento per la provisione gli havete levata, per non havere luy voluto tenere quelle gente d’arme ch’el dovea tenere. Et circa questo me gli extese assay come etiam è il vero, in modo che sua maiestà me ha resposto che gli despiace che meser Alesandro non ve sia obediente come doveria essere, ma, quanto per sì, vada dove voglia, che sua maiestà non ne fa caso, perché non sa che male el possa operare in questa sua andata.
[#].
[#]. Datum Neapoli XXVIIII novembris 1457. [#].
Excellentie vestre servus Antonius de Tricio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...